Olio extra vergine non filtrato

Visualizzazione di tutti i 7 risultati

OLIO EXTRA VERGINE NON FILTRATO
L’olio extravergine di oliva non filtrato ha all’interno piccole gocce d’acqua contenuta nel frutto dell’oliva che da all’olio il classico aspetto torbido. La non filtrazione dell’olio consente di avere un prodotto ricco di polifenoli che, oltre a costituire una naturale difesa dell’olio dall’invecchiamento, sono responsabili dei sapori caratteristici e del mantenimento dei profumi.
La presenza di queste gocce d’acqua non va considerata un difetto ma una prova di genuinità dell’olio. Non tutte le varietà di olive presentano una quantità di fenoli atti alla loro preservazione in caso di non filtrazione. Pertanto solo pochi oli extra vergini di oliva ottenuti da cultivar attentamente selezionate possono concorrere a realizzare un ottimo olio extra vergine di oliva non filtrato.

Olio disponibile nei mesi da ottobre a dicembre; da consumarsi entro 3 mesi dall’acquisto in quanto la formazione di deposito per decantazione naturale dell’olio potrebbe alterarne le caratteristiche sensoriali.

OLIO ESTRATTO A FREDDO
Nei processi di estrazione dell’olio extra vergine di oliva, le alte temperature possono comprometterne la qualità. Il legislatore europeo ha disciplinato delle indicazioni in etichetta e in comunicazione con le seguenti definizioni:
prima spremitura a freddo: quando l’olio è ottenuto ad una temperatura inferiore a27 gradi centigradi e con un sistema di estrazione di tipo tradizionale con presse idrauliche;
estratto a freddo quando l’olio è ottenuto ad una temperatura inferiore a 27 gradi centigradi e con un processo di centrifugazione della pasta delle olive. I parametri di qualità più sensibili alle temperature di processo sono i composti fenolici bioattivi e le sostanze volatili responsabili dell’aroma dell’olio. Temperature superiori a 27 gradi possono modificare gli aromi responsabili dei profumi dell’olio.